Gli effetti benefici dell’acido linoleico coniugato e della capsula di CLA

Scopri tutto dell’acido linoleico coniugato, cioè della capsula di CLA: della sua funzione nell’ottimizzazione dei processi metabolici e come utilizzarla per ottenere il meglio
24.09.2019

Gli effetti benefici dell’acido linoleico coniugato e della capsula di CLA

Il presupposto del dimagrimento è fornire all’organismo una quantità di energia minore a quella consumata: in questo modo, per supplire alla mancanza di energia creata, l’organismo ricorrerà alle riserve aiutando così a demolire i cuscinetti adiposi. La mancanza di energia va controllata mediante un adeguato apporto di nutrienti. Gli integratori possono aiutare per poter controllare l’apporto calorico ad esempio diminuendo l’appetito od aiutando il maggior dispendio energetico con o senza attività fisica. Anche la capsula di CLA è un ottimo aiuto se si vuole dimagrire, si tratti di pochi o tanti chili di troppo di cui si vuole liberare. Leggendo questo articolo potrai scoprire che cosa è il CLA, a che cosa serve, come funziona e come conviene consumarlo per aver la massima efficacia?

Che cosa è il CLA?

Che cosa è il CLA?

Il CLA è l’abbreviazione di Conjugated Linoleic Acid, che in italiano significa l’acido linoleico coniugato. L’acido linoleico è un acido grasso la cui denominazione deriva dal ‘lino’ pur trovandosi anche in altri elementi. Il termine coniugato indica invece ‘collegato’.

Si sa che dai semi di lino si produce una delle fonti più utili di acido grasso polinsaturo, l’olio di lino. Quindi, il CLA costituisce una fonte di acido grasso polinsaturo essenziale.


A cosa serve il CLA?

Per via del consumo di tanta carne e per la cattiva proprietà termoresistente di alcuni oli vegetali, si consumano pochissime fonti di acido grasso essenziale che sarebbero importanti per l’organismo sotto differenti aspetti. Benché i grassi siano odiati nemici del regime dietetico e per dimagrire si preferisca di liberarsene, si deve tenere presente che andrebbero consumati per il mantenimento e del buon funzionamento del metabolismo. Il consumo dei grassi, soprattutto di quelli essenziali, è indispensabile per la pulizia dei vasi sanguigni, per il buon funzionamento della circolazione sanguigna, per l’assorbimento delle vitamine, per il funzionamento del sistema nervoso e da tanti altri punti di vista ancora.

Uno dei tessuti che necessita di una maggior quantità di energia è il tessuto muscolare, il che è particolarmente vantaggioso poiché con maggiore massa muscolare si apportano maggiori calorie. Tuttavia, se l’organismo non riceve un adeguato apporto di nutrienti, si delibera perfino del tessuto muscolare. Se invece è la muscolatura a bruciarsi, allora la massa lipidica non diminuisce nella giusta misura. In tal caso può aiutare il CLA, dato che grazie al suo contenuto di acidi grassi, aiuta a mantenere e conservare la massa muscolare durante la dieta.

Diverse ricerche hanno dimostrato che tra chi utilizza le capsule di CLA, il consumo di grassi e l’incremento della massa lipidica diminuisce, il corpo brucia i grassi più velocemente, migliora la regolazione dei grassi e delle proteine, mentre i muscoli diventano più definiti.

Negli studi è stato rilevato che la quantità di cellule adipose non è cresciuta in coloro che consumavano il CLA perché probabilmente esso inibiva il funzionamento degli enzimi responsabili per la crescita delle cellule adipose.

Inoltre, le ricerche hanno dimostrato ottimi risultati anche nel caso di chi faceva lo sport e consumava il CLA, ma anche nel caso di chi non lo praticava. In ambedue i gruppi è diminuita la percentuale di grasso corporeo, mentre negli atleti si osservava un aumento della massa muscolare.

Ad effetto del consumo del CLA, l’organismo inizia a metabolizzare il grasso corporeo depositato che si brucia muovendosi durante le attività quotidiane. Allo stesso tempo, senza attività fisica, i risultati dimostrabili non sono significativi, l’effetto è notevolmente inferiore, così conviene collegare il consumo della capsula di CLA con l’attività fisica.

Gli effetti benefici del CLA

1.Bruciare:

i grassiCome si è visto precedentemente, il CLA aiuta a metabolizzare i grassi depositati e utilizzarli come energia contribuendo al processo del bruciare i grassi. Allo stesso tempo, facilitando anche la crescita della massa muscolare, se ne accentua l’efficienza poiché crescendo il fabbisogno energetico dell’organismo, l’apporto energetico conforme alla precedente quantità di massa muscolare provoca un’ulteriore mancanza di energia,che comporta un ulteriore dimagrimento seguendo una corretta alimentazione! Il CLA diminuisce anche i livelli di insulina, ormone responsabile per le riserve nell’organismo, così dai cibi consumati si depositano meno calorie che si utilizzano meglio durante lo sport e l’attività fisica

2. AsmaIl:

CLA aumenta i livelli di DHA ed EPA, acidi grassi omega 3, particolarmente utili dal punto di vista del funzionamento dell’organismo. Questi acidi grassi combattono con efficacia contro le infiammazioni che possono essere utili per i malati di asma. Consumando 4,5g di CLA al giorno migliora lo stato di salute delle vie respiratorie e anche l’iperattività diminuisce. Nell’organismo degli asmatici si producono dei leucotrieni, molecole lipidiche del sistema immunitario che causano broncospasmo. Il CLA contribuisce al miglioramento delle condizioni di salute degli asmatici inibendo il funzionamento delle molecole che regolamentano la produzione dei leucotrieni senza danneggiare le vene.

3. Cancro, tumori:

Benché ancora solo le sperimentazioni animali abbiano raggiunto successo nel rivelare che con l’aiuto del CLA si è riusciti a diminuire alcuni tumori persino del 50%, le sperimentazioni promettono molto. Questi sono il tumore cutaneo, il tumore delle mammelle e il carcinoma del polmone. Nel corso delle sperimentazioni animali si sono avvenuti dei cambiamenti positivi non solo nella condizione dei tumori già esistenti, ma i ricercatori hanno trovato che l’assunzione del CLA avesse diminuito in modo efficace anche il rischio dell’insorgersi del cancro proteggendo le cellule.

4. Sistema immunitario:

La troppa attività fisica, le carenze nutrizionali e la penetrazione di tantissime sostanze nocive nell’organismo esercitano tutte un impatto dannoso al sistema immunitario. Sentendosi più stanchi e diventando più inclini a certe malattie, come ad esempio al raffreddamento, l’organismo segnala l’esaurimento. Diversi studi hanno dimostrato che il consumo del CLA aiuta il buon funzionamento del sistema immunitario, diminuisce i processi di catabolismo, ossia di demolizione e di distruzione, che in caso di malattie o la febbre si innescano nell’organismo. Consumando il CLA migliora anche la risposta del sistema immunitario.

5. Pressione alta:

Tra le principali cause di decesso. è molto alta la percentuale di malattie cardiovascolari. La pressione alta provocata dallo stress è uno dei motivi più frequenti. In base alle ricerche, il CLA può aiutare a migliorare tale condizione, se accompagnato da un adatto regime alimentare, ma naturalmente non può compensare la vita senza stress e la capacità di elaborarlo. Il CLA contribuisce comunque alla diminuzione della quantità del grasso corporeo e del livello di trigliceridi che provocano anche il deposito nei vasi sanguigni e la vasocostrizione, quest’ultima responsabile tra l’altro per l’aumento della pressione sanguigna. Grazie all’effetto complesso, il CLA contribuisce alla diminuzione della pressione sanguigna.

6. Malattie cardiache:

Nel punto precedente si è già parlato in che modo il consumo del CLA aiuta a mantenere la salute dell’apparato circolatorio ed a fermare le condizioni decadenti. Diminuendo i livelli di trigliceridi e del colesterolo, diventa più efficiente il flusso sanguigno, quindi sarà più efficiente anche il flusso di ossigeno e dei nutrienti a cui contribuisce il CLA. Consumando il CLA diminuisce anche il rischio dell’insorgersi delle malattie cardiovascolari collegabili all’insulino-resistenza.

7. Crescita muscolare:

Il CLA migliora il metabolismo basale contribuendo così al consumo energetico giornaliero e alla diminuzione della massa lipidica. Allo stesso tempo le ricerche hanno rivelato che la diminuzione della massa lipidica non è accompagnata dalla diminuzione della totale massa corporea il cui motivo è che il consumo del CLA aiuta e migliora parallelamente l’aumento della massa muscolare magra migliorando il rapporto muscoli/grassi. In questo modo con la crescita della massa muscolare aumenta il fabbisogno e il consumo calorico dell’organismo, nonché ad effetto dello sport, migliora anche l’aspetto esteriore e la muscolatura.

In quali cibi è presente il CLA?

In quali cibi è presente il CLA?

Il CLA è presente in differenti alimenti consumati normalmente ogni giorno. Tuttavia si tratta solo di una piccola parte del contenuto di grassi del dato cibo. Guardando il contenuto di CLA nei grassi di ciascun alimento si nota che per poter usufruire degli effetti benefici, solo consumando tantissimi grassi si potrebbe ottenere la quantità di CLA necessaria. Ciò però può provocare un eccesso consumo di grassi. Quindi, pur essendo possibile ricavare la quantità sufficiente del CLA dagli alimenti, in pratica ciò significa un apporto eccessivo di calorie. In questo caso conviene ricorrere agli integratori alimentari per evitare il apporto calorico superfluo. Di solito sono gli alimenti animali a contenere CLA, quindi anche i vegetariani fanno bene a riflettere se introdurre il CLS sotto forma di integratori alimentari. 1 grammo di grasso nella carne di manzo e di agnello, nel latte e nella ricotta vaccini contiene 4,5-5,5 mg di CLA, tra i formaggi è il cheddar di cui 1 grammo di grasso contiene una quantità maggiore, precisamente: 3,6 mg. Tuttavia nel grasso della carne di pollo e di maiale nemmeno 1 mg di CLA è presente.

Contenuto di CLA nel grasso di differenti alimenti:

  • Manzo: 4.2 mg / 1 g di grasso

  • Agnello: 5.6 mg / 1 g di grasso

  • Pollo: 0.9 mg / 1 g di grasso

  • Maiale: 0.6 mg / 1 g di grasso

  • Latte vaccino: 5.5 mg / 1 g di grasso

  • Ricotta: 4.5 mg / 1 g di grasso

  • Formaggio cheddar: 3.6 mg / 1 g di grasso

Dosaggio del CLA

Le ricerche hanno usato di solito una quantità di 1-2 g di CLA. Durante le ricerche a volte sono state somministrate dosi superiori a 3 g: in questo caso pur non avendo notato effetti collaterali, non è stato registrato nemmeno un aumento degli effetti positivi, quindi non è necessario un tale aumento della dose. Quanto alla dose eccessiva non è stato rilevato nessun effetto tossico e nocivo alla salute, tuttavia l’accelerazione del metabolismo può comportare effetti scomodi, come nel caso del consumo eccessivo di qualsiasi grasso o olio.

Per via dei suoi effetti positivi sulla salute il CLA può essere utilizzato a lungo termine.

Si consiglia di dividere in due la dose giornaliera menzionata assumendola dopo i pasti, così per esempio dopo pranzo e cena o dopo i pasti principali.

Il CLA può essere assunto da chi ha un peso corporeo sano, da chi vorrebbe mantenerlo, ma anche da chi vorrebbe dimagrire o migliorare la sua composizione corporea. Benché questo acido grasso sia presente negli alimenti, la sua quantità non è sufficiente per avere successi, quindi dagli alimenti è difficile apportare la dose necessaria. Proprio in questi casi si consiglia di consumarlo sotto forma di integratore alimentare.


Cosa miglioreresti in questo articolo?




Il contenuto potrebbe essere...





Cancellare

Ti è piaciuto l´articolo?